Acne: come cancellarne il ricordo

L’acne è un’infiammazione della cute che insorge nella pre-pubertà e colpisce moltissimi ragazzi. L’età adolescenziale, già critica di per sé, può trasformarsi in un periodo davvero difficile per chi, in questo momento della vita, ne è colpito.

Sulla pelle si formano infatti papule, comedoni (punti neri e bianchi) e anche cisti. Queste manifestazioni, una volta passata l’infiammazione, tendono a lasciare cicatrici a volte anche piuttosto profonde. La formazione di queste è però a volte “aiutata” da cattive abitudini che i giovani adottano nel tentativo di mascherare la condizione che crea comprensibilmente in loro molto disagio.

Le ragazze cercano di coprire le eruzioni cutanee con abbondanti quantitativi di make-up che quasi sempre non solo non ottengono l’effetto sperato, ma peggiorano la situazioni, ostruendo i pori e creando un clima fertile per il proliferare di batteri che, come intuibile, acuiscono l’infiammazione già in atto.

Anche cercare di coprire “fisicamente” le zone colpite da acne (magari con sciarpe nel periodo invernale) è controproducente: sfregare una cute già debole perché lesionata non fa che aumentare il problema.

Inutile dire che tentare di schiacciare i comedoni poi è ciò che di peggio si possa fare: si irrita e lesiona la pelle e si infettano ulteriormente le ferite.

Non dobbiamo comunque commettere l’errore di pensare che l’acne colpisca solo gli adolescenti: anche da adulti è possibile soffrirne. Si parla in questo caso di acne tardiva perché compare attorno ai vent’anni e non è dovuta a sbalzi ormonali ma è causata da stress.

Sebbene ad oggi non esista ancora una cura definitiva per questa patologia, è possibile intervenire per minimizzarne la manifestazione e quindi anche le cicatrici che lascia una volta passata.

Le cicatrici acneiche hanno una forma particolare: rispetto alla pelle circostante risultano infatti incavate. Questa loro conformazione le rende difficili (ma non impossibili) da trattare.

Grazie alla tecnologia laser si può agire sui bordi del solco e appianare il dislivello, esfoliando gradualmente, strato dopo strato, la cute.

Non bisogna però illudersi che l’area risulti perfetta, come se non ci fosse mai stato alcun esito cicatriziale: purtroppo, proprio a causa della loro forma, le cicatrici acneiche non possono essere totalmente rimosse. Tuttavia dopo il trattamento laser non saranno più visibili i solchi e anche la luce che illumina il volto non creerà più le piccole, caratteristiche e antiestetiche ombre.

Se desideri rimediare a questo inestetismo, contattaci o telefonaci allo 041.5322957