Ad ogni pelle il suo trattamento

Avere una pelle liscia, tonica e luminosa è probabilmente il desiderio di tutte le donne; molte sono fortunate e la natura ha donato loro queste caratteristiche, per altre invece non è così. Ciò non toglie che tutte possano giungere al medesimo scopo: conservare o raggiungere una bellezza che deve sempre apparire naturale, non artificiosamente forzata. Se l’obiettivo è quindi comune, non lo sono i metodi per raggiungerlo.

L’idea che la medicina o la chirurgia estetica possano risolvere qualsiasi tipo di problema in un solo colpo è molto fuorviante. Come in qualsiasi altro settore, non c’è una soluzione universale e immediata che possa andare bene per tutti. Questo non vuole però dire che non sia possibile ottenere risultati più che soddisfacenti: ogni persona possiede delle caratteristiche specifiche e l’ideale di bellezza che si intende raggiungere è, fortunatamente, molto soggettivo.

Oltre alle aspettative, diverse da persona a persona, è molto importante capire quali sono le caratteristiche peculiari che il paziente presenta: solo in questo modo il chirurgo estetico è in grado di proporre il trattamento più adatto. Bisogna poi ricordare che per un risultato ottimale sono necessari impegno e costanza anche da parte di chi si sottopone al trattamento, non solo da parte del chirurgo.

Nella cura e ringiovanimento della pelle del viso vi sono diverse variabili di cui tenere conto: l’età della paziente, il tipo di pelle, lo stile di vita condotto (che può aver causato particolari tipologie di inestetismi) e, come sempre, le aspettative circa il risultato finale.

Chi ha già raggiunto una certa età o chi conduce uno stile di vita all’aperto, ad esempio, potrebbe infatti lamentare problematiche legate al photoaging, ovvero la presenza di macchie più scure e piccole rughe sulla pelle.

Il peeling può essere una valida risposta a questo tipo di problema. Come abbiamo già avuto modo di spiegare esistono varie tipologie di peeling. È un tipo di trattamento dagli effetti piuttosto duraturi (anche se non paragonabili a quelli dei filler), i cui risultati sono molto apprezzati, tanto da poterlo annoverare tra i cinque trattamenti di medicina estetica – e più precisamente si posiziona al quarto posto secondo i dati Aicpe – più richiesti sia nel nostro Paese che oltreoceano, negli Stati Uniti.

La stimolazione che le sostanze utilizzate per il peeling induce porta la pelle a rigenerarsi progressivamente e in modo naturale. Per questa ragione gli effetti non sono immediati, ma occorre avere un po’ di pazienza.

Tra le variabili da tenere in considerazione quando si decide di intervenire per ottenere un miglioramento dell’aspetto della cute, vi è di sicuro l’età. Non è vero che solo perché si è giovani non si possa aver bisogno di specifiche cure. Certamente in età giovanile la pelle produce naturalmente più collagene ed elastina, ma ciò non toglie che agenti esterni (ad esempio lo smog o la luce solare) o interni (eventuali scompensi ormonali o stress) possano compromettere anche seriamente la bellezza del nostro corpo. Se anche i danni non sono manifesti, si può comunque agire in maniera preventiva, con trattamenti “leggeri” pensati per persone di 25-30 anni.

Il peeling, abbiamo visto, garantisce buoni risultati. Per ottenere il massimo è però necessario prendersi cura della propria pelle con piccoli gesti quotidiani che fanno la differenza. Ad esempio è importante detergere la pelle sia al mattino che alla sera e proteggerla con creme solari, anche in inverno. Se ciò comunque non dovesse bastare, esistono altri trattamenti di medicina estetica o che utilizzano la tecnologia laser che possono essere abbinati al peeling.

Se desideri avere maggiori informazioni e capire qual è il trattamento più adatto a te, chiama il Poliambulatorio Medica Uno allo 041.5322957 per prendere un appuntamento.