Tossina botulinica:il trattamento più richiesto dagli uomini

Sono ormai passati i tempi in cui le piccole rughe d’espressione e i cedimenti cutanei causati dall’età rappresentavano un incubo prettamente femminile.

La preoccupazione per il proprio aspetto esteriore – ed in particolare del volto – è infatti sempre più condivisa anche dagli uomini i quali fanno per questo ricorso a linee di cosmetici appositamente dedicate alla cura della loro pelle: le esigenze della cute maschile sono specifiche e diverse rispetto a quelle delle donne.

Amare il proprio corpo tenendolo in esercizio e prevenendo i danni causati da invecchiamento, stress e smog è diventata una buona abitudine anche tra il sesso forte.

L’aspetto trasandato o trascurato non va quindi più “di moda” fortunatamente ma anzi è fonte di disagio e non solo per chi svolge un’attività a contatto con il pubblico o in cui la bella presenza sia un requisito obbligatorio. Tuttavia, laddove le creme tonificanti e antirughe non sortiscano completamente gli effetti auspicati, sempre più gli uomini oggi ricorrono alla medicina estetica ed in particolare alla tossina botulinica che, stando a quanto riportato al XXXV Congresso del SIME (Società italiana di medicina estetica) tenutosi a Roma lo scorso maggio, è in assoluto il trattamento più richiesto.

 

Cos’è la tossina botulinica e come agisce?

La tossina botulinica di tipo A – quella utilizzata in medicina estetica da ormai dieci anni – viene prodotta da uno dei sette ceppi del batterio Clostridium Botulini: grazie alle sue proprietà permette di cancellare le rughe e l’effetto di stanchezza dovuto all’invecchiamento ma anche allo stress della vita quotidiana. Infatti tale sostanza blocca in maniera mirata e temporanea la contrazione dei muscoli i cui movimenti creano le cosiddette rughe d’espressione (che con il tempo degenerano in inestetismi sempre più marcati). Usata in piccole dosi, la tossina non è assolutamente pericolosa.

 

Il trattamento con tossina botulinica è uguale per uomini e donne?

Il trattamento per l’uomo è molto diverso rispetto alla donna: la conformazione e tipologia dei muscoli facciali non è uguale. Ciò però non vuol dire che servano quantità maggiori di tossina botulinica: l’espressività del volto maschile è infatti più marcata e un uso scorretto di tale sostanza rischia di irrigidire eccessivamente i tratti. La naturalezza va perseguita in ogni caso e un professionista serio può garantire tale risultato.

 

Tutti possono sottoporsi a tale trattamento?

Non ci sono generalmente controindicazioni specifiche se non per pazienti che soffrono di determinate patologie neuromuscolari.

Tutti i pazienti adulti che ne abbiano la necessità possono quindi usufruire di tale tecnica estetica e donare una ritrovata giovinezza e freschezza al proprio viso in modo molto semplice: la tossina botulinica viene inoculata senza causare dolore e senza anestesia e non comporta nessun tipo di limitazione alle normali attività di ogni giorno se non evitare l’esposizione solare.