USA: boom di interventi al “lato B”. In aumento anche in Italia

I numeri forniti dall’American Society of Plastic Surgeons (ASPS) evidenziano un costante aumento (+3%, equivalente a più di 15 milioni di operazioni eseguite) delle richieste di interventi di chirurgia plastica ed estetica nel 2014. In particolare le procedure mini invasive (soprattutto la tossina botulinica ma anche altri filler) sono sempre più gettonate (+4% rispetto al 2013).

Tra tutti gli interventi eseguiti però, quello che ha letteralmente spopolato è il lipofilling ai glutei (oltre 11.500 casi e un +15% rispetto al 2013).

Il 2014 è definibile quindi come l’anno del lato B. Merito forse di certe celebrità: come non pensare a Jennifer Lopez prima e, più recentemente, a Kim Kardashian che hanno fatto delle loro forme generose un’icona di stile e un obiettivo da perseguire?

Va chiarito che il lipofilling ai glutei è un intervento ben diverso dalla gluteoplastica (la quale, negli States, è aumentata addirittura del 98% nel 2014): il primo consente di ridefinire le forme grazie a innesti di tessuto adiposo prelevato dal paziente stesso mentre per la seconda tipologia di intervento è previsto l’inserimento di una protesi.

Il lipofilling, come spiegato più dettagliatamente nella scheda specifica presente in questo sito, è meno soggetto a rigetto proprio perché il materiale innestato è autologo ma questo vantaggio è anche un “limite”: il grasso reinoculato tende a riassorbirsi in percentuale variabile e fino anche al 30%.

E in Italia com’è la situazione? Certamente da noi le cifre sono in proporzione nettamente inferiori ma la tendenza è la stessa: anche nel nostro Paese infatti è cresciuta, in maniera che potremmo definire quasi esponenziale rispetto al passato, l’attenzione nei confronti dei glutei.

In generale quindi, si nota una ripresa nelle richieste di interventi e, come già sottolineato in altre occasioni, i trattamenti di medicina estetica sono di gran lunga i più gettonati, sia negli USA che da noi.

I motivi sono molteplici ma giocano sicuramente a loro favore la pressoché inesistente convalescenza e i costi più contenuti rispetto a un intervento di chirurgia estetica.

Certo è bene ricordare che i risultati sono però molto diversi e solo la professionale consulenza del chirurgo può suggerire il trattamento più adeguato.

Se vuoi saperne di più, contattaci o chiama il Poliambulatorio Medica Uno allo 041.5322957 per un appuntamento.